Tu sei qui

MUNOG 2019

DELE B2

Anche quest’anno sette studentesse e tre studenti del quinto anno del Liceo Newton Pertini sono stati scelti dai loro docenti di lingua straniera, in base alle competenze in lingua inglese e alla motivazione dimostrata, per poter partecipare alla simulazione dell’Assemblea delle Nazioni unite (ONU).

Il progetto MUNOG (Model of UnitedNations of Goldberg) si svolge sempre nella stagione autunnale presso il Gymnasium Goldberg, sito a Sindelfingen, una cittadina vicino a Stoccarda; quest’anno è stato realizzato dal 18 al 22 ottobre, e la nostra delegazione ha preso parte a questa esperienza accompagnata dalla prof.ssa Rosanna Marfia, referente del progetto, e dal prof. Edoardo Giaretta.

 

Le studentesse e gli studenti selezionati per il merito e l’interesse sono stati chiamati a rappresentare una nazione diversa dalla propria, in qualità di delegati. Loro compito era sostenere le istanze e difendere gli interessi dello stato rappresentato, senza perdere di vista il fine principale della pacifica convivenza mondiale. Ma per fare questo è stato necessario documentarsi prima della partenza sulla struttura e sul funzionamento delle Nazioni Unite e delle commissioni che lo compongono, oltre che sui temi oggetto di discussione durante gli incontri. Infatti i delegati hanno preso posto nelle diverse commissioni presenti, per ricordarne alcune, WHO (World HealthOrganisation), ECOSOC (Economic and Social Committee), UNFCCC (United Nations Framework Convention on ClimateChange), SC (Security Council), HRC (Human Right Council), e hanno lavorato quotidianamente per giungere a una risoluzione da presentare nell’ultimo giorno all’Assemblea Generale. Temi inerenti ai problemi contemporanei hanno occupato i pensieri e i discorsi dei delegati, a cui è stato chiesto di fornire soluzioni nuove, originali, segnate da quella forza e da quella spinta innovatrice che i giovani possono sempre offrire al mondo di cui iniziano a essere i principali attori.

La confidenza con la lingua inglese dimostrata dalla nostra delegazione ha permesso una presenza attiva durante le commissioni, che si svolgono nel rispetto di regole che talvolta potrebbero apparire prettamente formali, ma che non sono mai prive di logica e di contenuto, come il decoro del linguaggio, il rifiuto di qualsiasi violenza, anche di quella più blanda o nascosta che viene solitamente etichettata come rudezza, e il dress code comune alle assemblee politiche, nel senso più ampio e nobile dell’aggettivo. Interagendo in tali modalità e a contatto con ragazze e ragazzi di diverse nazioni, le nostre studentesse e i nostri studenti hanno avuto l’occasione di confrontarsi nell’aspetto relazionale e linguistico-comunicativo, ma anche di stimolare il comportamento civico nell’essere cittadini responsabili e sviluppare in quanto uomini e donne lo spirito di solidarietà e il senso della partecipazione democratica ai problemi presenti e futuri di ogni nazione nel mondo.

 

Forse, però, non è inutile ricordare che il MUNOG è stato questo e molto altro. È stata la possibilità di incontrare l’altro nella sua diversità e di confrontarsi con essa, in un dialogo di identità e valori che ricorda come l’incontro di culture diverse sia difficile e allo stesso tempo affascinante, arricchente e, in fin dei conti, necessario in un mondo in cui le categorie dello spazio e del tempo sono state relativizzate dai mezzi di comunicazione disponibili e dal processo di globalizzazione. E proprio per tali ragioni le studentesse e gli studenti delle varie nazioni si sono incontrati anche in occasioni informali e rilassate, come la cena delle commissioni o la sera della festa a Stoccarda e, infine, alla Closing Ceremony, durante le quali hanno potuto approfondire la reciproca conoscenza in modi e forme più vicine al loro stile di vita. E, perché no, anche divertirsi.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.41 del 21/10/2015 agg.01/11/2015